Increspature sull’acqua: educazione e agroecologia nelle Filippine

Increspature sull’acqua: educazione e agroecologia nelle Filippine

ARCI Toscana, con il contributo con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, sostiene il diritto all’educazione dei bambini e delle bambine delle comunità indigene dell’isola di Mindanao, nelle Filippine.
*
Il progetto ‘Increspature sull’acqua’ ha avuto inizio a febbraio e vuole favorire l’accesso a un’educazione gratuita e di qualità per i bambini e le bambine provenienti da famiglie lumad o famiglie povere. Il partner nelle Filippine è il Community Technical College of Southeastern Mindanao (CTCSM), un istituto scolastico per la popolazione indigena e le famiglie povere dell’isola di Mindanao. Gli oltre 500 studenti e studentesse che lo frequentano hanno da 0 a 17 anni e rappresentano un mix culturale molto ricco, con studenti provenienti dalle varie regioni dell’isola e da almeno 11 tribù indigene diverse. La scuola accoglie anche un 20% di studenti che non sono di origine lumad, ma provengono da famiglie a bassissimo reddito.
*
La scuola è stata fondata nel 2013, e prevede un curriculum di studi in pedagogia che ha già prodotto i primi 60 diplomati, molti dei quali sono tornati alle proprie comunità di origine per insegnare. Negli ultimi anni all’interno dei vari curriculum di studi sono state introdotte alcune lezioni di orticultura e di giardinaggio, per rispondere all’esigenza di fornire ai ragazzi competenze utili in campo agricolo.
*
Attraverso il progetto, CTCSM sta lavorando alla creazione di un curriculum di studi specifico incentrato sull’agroecologia, che risulterà di fondamentale importanza per lo sviluppo sostenibile dell’isola. I lumad di Mindanao vivono in una terra caratterizzata da una ricchissima biodiversità, ma i cambiamenti climatici e l’utilizzo di colture intensive poco rispettose dell’ambiente stanno mettendo a rischio l’ecosistema e impoverendo sempre più la popolazione. In questo contesto, l’unica soluzione è sviluppare un modello di agricoltura biologica sostenibile, come sostengono anche le associazioni degli agricoltori locali.
*

In risposta a questo bisogno, il CTCSM svilupperà un programma didattico pilota sull’agricoltura ecocompatibile, che punta a diventare un modello per tutte le scuole di Mindanao e di altre regioni delle Filippine. L’avvio di un programma di studi specifico provocherà ricadute positive su tutto il territorio, creando competenze che gli studenti, una volta diplomati e tornati alle proprie comunità, potranno impiegare e diffondere. Le lezioni si svolgeranno online, attraverso una piattaforma di e-learning che permetta di dare continuità all’apprendimento anche in questo momento di emergenza sanitaria che caratterizza il contesto attuale delle Filippine. Per permettere agli studenti di mettere in pratica le lezioni, sarà cerata una ‘fattoria modello’ all’interno dei terreni di pertinenza della scuola, una vera azienda agricola in miniatura, dove gli studenti potranno coltivare frutta e verdure organiche, biologiche e biodinamiche. La produzione agricola della fattoria servirà a rifornire la mensa scolastica di materie prime, rendendo la scuola più sostenibile e l’alimentazione dei ragazzi più sana.
*
Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese.
*

*

Ultimi articoli

ARCI Toscana, con il contributo con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, sostiene

Ha preso il via nei giorni scorsi il nuovo campo della legalità “Suvignano #benecomune” organizzato

Siena. La tenuta di Suvignano apre di nuovo le sue porte a due campi della

Si è concluso al Parco della Cecinella di Cecina Mare, il ventisettesimo MIA – Meeting Internazionale

𝗦𝗼𝗹𝗶𝗱𝗮𝗿𝗶𝗲𝘁𝗮̀ 𝗮𝗶 𝗹𝗮𝘃𝗼𝗿𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶 𝗲 𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗹𝗮𝘃𝗼𝗿𝗮𝘁𝗿𝗶𝗰𝗶 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗚𝗞𝗡   Esprimiamo piena solidarietà e vicinanza ai lavoratori e

Si celebra oggi la 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐧𝐚𝐭𝐚 𝐦𝐨𝐧𝐝𝐢𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐫𝐢𝐟𝐮𝐠𝐢𝐚𝐭𝐨. Molte saranno le iniziative promosse anche in Toscana

“Una decisione che attendevamo da tempo e che viene incontro alle aspettative delle migliaia di

𝗟𝗮 𝘃𝗶𝗼𝗹𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗶𝗻 𝗣𝗮𝗹𝗲𝘀𝘁𝗶𝗻𝗮 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗶𝗻𝘂𝗮, 𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗼 𝗱𝗼𝗽𝗼 𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗼, 𝗹𝗮𝘀𝗰𝗶𝗮𝗻𝗱𝗼𝗰𝗶 𝗮𝘁𝘁𝗼𝗻𝗶𝘁𝗶 𝗱𝗶 𝗳𝗿𝗼𝗻𝘁𝗲 𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗯𝗿𝘂𝘁𝗮𝗹𝗶𝘁𝗮̀ 𝗰𝗵𝗲

"Nonostante il miglioramento dei contagi e del complessivo contesto sanitario, è stato scelto di mantenere

Per il secondo anno consecutivo, le iniziative per la Festa della Liberazione devono fare i