Arci partecipa al bando “Città che Legge”

Arci partecipa al bando “Città che Legge”

 Nell’ambito delle attività di promozione del libro e della lettura legate al lavoro attivato con la campagna “No Rogo” per sviluppare collaborazioni e progetti con le Biblioteche di Pubblica Lettura, Arci partecipa al bando “Città che legge” promosso dal MIBAC-Ministero dei Beni e delle Attività Culturali tramite il Centro per il Libro e la Lettura “CEPELL”.Con questo bando il Centro per il libro e la lettura si rivolge alle organizzazioni del terzo settore (sociale e/o culturale) che operano nei Comuni che hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2018-2019. Gli elenchi dei Comuni qualificati sono disponibili nella sezione del progetto “Città che legge”.Il bando intende favorire l’inclusione e la coesione sociale, promuovendo progetti capaci di integrare l’offerta tradizionale e i servizi delle biblioteche di pubblica lettura attive all’interno dei Comuni qualificati. I progetti proposti dalle organizzazioni del terzo settore dovranno quindi essere condotti e realizzati in partenariato con le biblioteche comunali, che dovranno rappresentare il luogo di svolgimento delle attività.Saranno individuati n. 6 progetti, per un finanziamento massimo pari a € 80.000,00 ciascuno e per iniziative di durata pari a 24 mesi.Le proposte progettuali dovranno essere inviate entro e non oltre le ore 18:00 del giorno 20 novembre 2018.Scarica il bando!  

Ultimi articoli

Sabato 2 Dicembre torna la Notte Rossa di Arci Toscana: la festa che ogni anno

Cura è rivoluzione sono le parole scelte dall’Arci per la campagna di tesseramento 2023-2024 che

Il 7 ottobre a Roma si terrà una grande manifestazione “La via maestra – Insieme

Si è concluso il progetto "Bambini al centro" che Arci Toscana insieme a Fondazione Prosolidar

La Giornata Mondiale del Rifugiato, è stata istituita il 4 dicembre 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni

I bilanci sociali di Arci Toscana: IL BILANCIO SOCIALE DI ARCI TOSCANA 2021