Aprire subito canali di ingresso umanitari per evitare altre stragi

Aprire subito canali di ingresso umanitari per evitare altre stragi

Secondo conteggi approssimativi, e certamente in difetto, il Mediterraneo ha inghiottito negli ultimi anni oltre 20.000 persone: esseri umani che fuggivano da guerre, fame e povertà con l’unica colpa di aspirare a un futuro, per sé e per le proprie famiglie. 
 Un numero enorme. Un numero così elevato e costante di naufragi che, quando non miete centinaia di vite come una settimana fa a Lampedusa, rischia di non fare nemmeno più notizia, creando una specie di pericolosa e disumana ‘assuefazione’. Chiediamo una volta per tutte che si fermi la strage di vite umane alle frontiere e un deciso cambio di rotta sull’immigrazione e sul diritto d’asilo, rendendo finalmente possibili gli ingressi legali in Italia e consentendo a chi arriva per chiedere protezione di farlo in sicurezza.

Ultimi articoli

I bilanci sociali di Arci Toscana: IL BILANCIO SOCIALE DI ARCI TOSCANA 2021

Il progetto di cooperazione TRAIT D’union – Travail et Inclusion pour les Territoires et le Développement

Progetto LOGIN Networks Il progetto Log-In Networks nasce dai lavori della Cabina di Regia Africa della

‘Accoglienti per natura’ è lo slogan scelto dall’Arci per la raccolta del 5×1000 Irpef. I Circoli Arci

Selezione Focal Point di progetto in Tunisia Arci Toscana sta selezionando un/a Focal Point di progetto

Basta guerra! Vinciamo con la pace - LE INIZIATIVE IN TOSCANA NEL FINE SETTIMANA 24 𝘍𝘦𝘣𝘣𝘳𝘢𝘪𝘰

L'impegno delle organizzazioni della società civile per la cooperazione allo sviluppo sta crescendo, per rispondere