Strage di Brindisi, la Carovana Antimafie invita alla mobilitazione

Strage di Brindisi, la Carovana Antimafie invita alla mobilitazione

Due bombe sono state fatte esplodere stamattina a Brindisi – città in cui avrebbe fatto tappa oggi la Carovana Antimafie – davanti a un Istituto Alberghiero intitolato ai magistrati Morvillo e Falcone. Purtroppo una ragazza è morta, un’altra versa in gravissime condizioni e diversi studenti sono stati feriti. L’Arci si stringe ai familiari delle vittime della strage di Brindisi. La Carovana Antimafie non si ferma!
 TOSCANA: CAROVANA ANTIMAFIA(ARCI, Libera, Avviso Pubblico, Legambiente Toscana, CGIL, CISL, UIL) COMUNICATO STAMPA ATTENTATO BRINDISI: LA MARCIA PER DIFESA SCUOLA PUBBLICA DI DOMANI A BARBIANA OCCASIONE PER MANIFESTARE INDIGNAZIONE E VOLONTA’ DI REAZIONE. LUNEDI’ A FIRENZE PRESIDIO PUBBLICO ITI LEONARDO DA VINCI INIZIATIVE IN MOLTE SCUOLE TOSCANE Firenze 19.05.2010.- Un tragico concorrere di circostanze ci porta a ritenere che l’attentato che oggi a Brindisi ha stroncato una giovane vita e fatto numerosi feriti, alcuni dei quali molto gravi, sia da attribuire a mano mafiosa. Il nome della Scuola di fronte a cui è scoppiato l’ordigno, intitolato ai giudici Morvillo e Falcone, la prossimità all’anniversario ventennale del loro assassinio, il transito in città della carovana antimafia, la recente assegnazione di vari beni confiscati in Puglia, l’origine pugliese degli agenti Di Cillo, Montinaro e Schifani uccisi il 23 maggio a Capaci denotano una intenzione ben precisa: riportare il nostro Paese al già vissuto, quanto avvenuto nel 1993 con le stragi di Firenze e gli attentati di Milano e Roma. Un precedente inaudito e feroce: non si danno riscontri storici se non quello della strage di bambini di Beslan, mai finora una scuola è stato oggetto di un atto cosi’ violento, sistemico e finalizzato a terrorizzare. Siamo di fronte ad una involuzione, tragica e dolorosissima, a cui bisogna reagire con forza, con competenza e lucida intelligenza, quelle realtà che ci fanno chiedere giustizia e non vendetta. Tutte e tutti coloro che non tollerano più renitenze e connivenze nella lotta alle mafie sono invitate a mobilitarsi. In particolare le associazioni che fanno parte a livello nazionale e locale della Carovana Antimafia (ARCI, Libera, Avviso Pubblico, Legambiente Toscana, CGIL, CISL, UIL) indicano la marcia per la difesa della Scuola Pubblica che si terrà domani a Barbiana come occasione per manifestare indignazione e volontà di reazione. Lunedì a Firenze presso l’Istituto Superiore Leonardo da Vinci di via del Terzolle si terrà un presidio pubblico, da accompagnare con assemblee in tutte le scuole medie superiori in cui studenti ed insegnanti possano riflettere e discutere su questo difficilissimo passaggio della nostra storia. Molte altre inziative sono in fase di preparazione in molte scuole della nostra regione. Tutte le Associazioni toscane che aderiscono alla Carovana Antimafia sono invitate ad esporre le loro bandiere listate a lutto o di rosso in segno di solidarietà’ con le vittime nelle proprie sedi, nei circoli e in ogni altro luogo significativo. Gli aderenti a queste stesse organizzazioni, le loro famiglie, tutte e tutti coloro che in questo momento sentono proprio il dolore di vivere in un Paese in cui non si è in grado di tutelare neanche l’intangibilità di un luogo come la scuola e la sacralità della giovinezza sono invitate ad aderire e partecipare alle iniziative che saranno programmate a partire dalle prossime ore. Nonostante lutto, sconcerto, angoscia nel constatare che niente sembra cambiare nel nostro essere ostaggi di poteri criminali palesi ed oscuri, non perdiamo la certezza che essi saranno un giorno totalmente ed assolutamente sconfitti.

Ultimi articoli

ARCI Toscana, con il contributo con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, sostiene

Ha preso il via nei giorni scorsi il nuovo campo della legalità “Suvignano #benecomune” organizzato

Siena. La tenuta di Suvignano apre di nuovo le sue porte a due campi della

Si è concluso al Parco della Cecinella di Cecina Mare, il ventisettesimo MIA – Meeting Internazionale

𝗦𝗼𝗹𝗶𝗱𝗮𝗿𝗶𝗲𝘁𝗮̀ 𝗮𝗶 𝗹𝗮𝘃𝗼𝗿𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶 𝗲 𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗹𝗮𝘃𝗼𝗿𝗮𝘁𝗿𝗶𝗰𝗶 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗚𝗞𝗡   Esprimiamo piena solidarietà e vicinanza ai lavoratori e

Si celebra oggi la 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐧𝐚𝐭𝐚 𝐦𝐨𝐧𝐝𝐢𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐫𝐢𝐟𝐮𝐠𝐢𝐚𝐭𝐨. Molte saranno le iniziative promosse anche in Toscana

“Una decisione che attendevamo da tempo e che viene incontro alle aspettative delle migliaia di

𝗟𝗮 𝘃𝗶𝗼𝗹𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗶𝗻 𝗣𝗮𝗹𝗲𝘀𝘁𝗶𝗻𝗮 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗶𝗻𝘂𝗮, 𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗼 𝗱𝗼𝗽𝗼 𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗼, 𝗹𝗮𝘀𝗰𝗶𝗮𝗻𝗱𝗼𝗰𝗶 𝗮𝘁𝘁𝗼𝗻𝗶𝘁𝗶 𝗱𝗶 𝗳𝗿𝗼𝗻𝘁𝗲 𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗯𝗿𝘂𝘁𝗮𝗹𝗶𝘁𝗮̀ 𝗰𝗵𝗲

"Nonostante il miglioramento dei contagi e del complessivo contesto sanitario, è stato scelto di mantenere