Solidarietà dell’Arci alle vittime dell’aggressione fascista a Bari

Solidarietà dell’Arci alle vittime dell’aggressione fascista a Bari

Il 1 ottobre inizia la campagna di adesioni e tesseramento Arci 2018/2019 “Più cultura, meno paura”. 
La vergognosa e gravissima aggressione compiuta ia Bari da una “squadraccia” neofascista ai danni di un gruppo cittadini di ritorno dalla manifestazione antirazzista “Mai con Salvini” non nasce per caso, ma è il frutto del clima pesante di violenza e intolleranza che un piccolo gruppo estremista sta provando a imporre nei quartieri più problematici della città, strumentalizzando lo stato di difficoltà di tante famiglie e traendo forza e legittimazione dalle politiche irresponsabili di questo Governo. L’Arci esprime solidarietà e vicinanza alle vittime di questa aggressione squadrista, chiede alle forze dell’ordine la massima fermezza nel bloccare sul nascere focolai di violenza neofascista e invita la comunità democratica della città di Benedetto Petrone a unirsi per difendere l’identità libera e plurale di una comunità accogliente, aperta alle differenze e alle diversità, che ripudia il fascismo.  

Ultimi articoli

In occasione del 17 Maggio abbiamo voluto marcare il segno del nostro impegno, accendendo la luce

COMUNITA' GLOBALI - Solidarietà internazionale e volontariato per tutt* Corso di formazione del Cesvot in collaborazione

Finalmente, dopo due anni in cui la Festa della Liberazione ha dovuto fare i conti

ROMA 30 MARZO 2022 - ‘Accoglienti per Natura’: sono le parole scelte dall’Arci per la

La guerra torna in Europa. Le nostre comunità partecipano con sgomento ed incredulità ai sentimenti

Firenze, 11 febbraio 2022 - Siamo molto preoccupati per la salute delle nostre comunità. I dati che

ARCI Toscana, con il contributo con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, sostiene

Ha preso il via nei giorni scorsi il nuovo campo della legalità “Suvignano #benecomune” organizzato

Siena. La tenuta di Suvignano apre di nuovo le sue porte a due campi della