Fermare la strage – martedì 21 giornata di mobilitazione nazionale

Fermare la strage – martedì 21 giornata di mobilitazione nazionale

25 aprile 2015. 70 anni dalla Liberazione dal Nazifascismo. Di seguito le inziative dei comitati Arci toscani per celebrare questa importante ricorrenza. 
 Aumentando controlli e mezzi per pattugliare non si fermeranno le stragi, come dimostra quest’ultima tragedia con più di 900 morti avvenuta poche ore dopo quella che ha portato a morire 400 persone. Chi scappa per salvare la propria vita e quella dei propri cari non si ferma davanti al rischio di morire in mare. Non c’è più tempo da perdere.Si aprano subito vie legali d’accesso, canali umanitari, unico modo per evitare i viaggi della morte.Il governo italiano, in attesa dell’intervento europeo, assuma le sue responsabilità e riattivi subito un programma di ricerca e salvataggio.Si sospenda il Regolamento di Dublino e si consenta alle persone tratte in salvo di scegliere il paese dove andare, sostenendo economicamente l’accoglienza con un fondo europeo ad hoc in quei paesi, sulla base della distribuzione dei profughi.Questi morti non consentono più rinvii, basta con le parole che non si traducono in azioni concrete e immediate.I morti erano persone in carne ed ossa. Invece sembrano fantasmi.Martedì 21 aprile mobilitazioni in tutta Italia, organizzate da decine di associazioni, organizzazioni sindacali e Ong. A Roma sit in a partire dalle 17 davanti a Montecitorio. Nelle altre città gli appuntamenti saranno articolati secondo quanto deciso dalle organizzazioni locali.La mobilitazione è promossa da Arci, Acli, Act, Action, Amnesty International, Antigone, Archivio Memorie Migranti, Articolo 21, Asgi, Carovane Migranti, Casa dei Diritti Sociali, Centro Astalli, Cgil, Cisl, Cittadinanza attiva, Cnca, Comitato Verità e Giustizia per i Nuovi Desaparecidos, Comunità di Sant’Egidio, Cospe, Cric, Emergency, Emmaus Italia, Fiom-Cgil, Forum 3 Settore, Gruppo Abele, Left, Legambiente, Libera, Link, Lunaria, Medici Senza Frontiere, Nessun Luogo è Lontano, Rete della Conoscenza, Rete degli Studenti Medi, SOS Razzismo Italia, Terra del Fuoco, Uds, Udu, Uil.Hanno inoltre aderito L’Altra Europa, Sel, Prc e Green Italia. Partecipa la CISL.Di seguito le iniziative in Toscana:- Pisa – martedì 21 aprile ore 17 davanti alla Prefettura in Piazza Mazzini- Massa – martedì 21 aprile ore 14 davanti alla Prefettura in Piazza degli Aranci- Firenze – mercoledì 22 aprile ore 18 davanti alla Prefettura in Via Cavour- Livorno – giovedì 23 aprile ore 17.30 presidio davanti alla Prefettura Piazza Unità d’Italia- Siena – venerdì 24 aprile ore 21.30 fiaccolata in Piazza Salimbeni

Ultimi articoli

In occasione del 17 Maggio abbiamo voluto marcare il segno del nostro impegno, accendendo la luce

COMUNITA' GLOBALI - Solidarietà internazionale e volontariato per tutt* Corso di formazione del Cesvot in collaborazione

Finalmente, dopo due anni in cui la Festa della Liberazione ha dovuto fare i conti

ROMA 30 MARZO 2022 - ‘Accoglienti per Natura’: sono le parole scelte dall’Arci per la

La guerra torna in Europa. Le nostre comunità partecipano con sgomento ed incredulità ai sentimenti

Firenze, 11 febbraio 2022 - Siamo molto preoccupati per la salute delle nostre comunità. I dati che

ARCI Toscana, con il contributo con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, sostiene

Ha preso il via nei giorni scorsi il nuovo campo della legalità “Suvignano #benecomune” organizzato

Siena. La tenuta di Suvignano apre di nuovo le sue porte a due campi della