TRAIT D’union – Travail et Inclusion pour les Territoires et le Développement

TRAIT D’union – Travail et Inclusion pour les Territoires et le Développement

Il progetto di cooperazione TRAIT D’union – Travail et Inclusion pour les Territoires et le Développement ha l’obiettivo di supportare le idee imprenditoriali di giovani e donne e di favorire la creazione di opportunità di impiego in Tunisia, promuovendo lo sviluppo locale e rafforzando la governance territoriale.

In particolare il progetto mette in rete soggetti pubblici e del privato sociale in Toscana e in Tunisia, per realizzare due tipologie di azioni :

  1. formazione, accompagnamento e sostegno tecnico e economico alle nuove imprese sociali in Tunisia, anche attraverso l’istituzione di un fondo di microcredito per le startup;
  2. rafforzamento istituzionale nei confronti dei comuni tunisini negli ambiti dell’economia circolare e dell’economia sociale e solidale.

 Il progetto, finanziato dal Ministero dell’Interno italiano e capofilato dalla Regione Toscana, ha durata triennale e interviene sui territori delle municipalità di Tunisi, Mahdia e Sfax. Arci Toscana è partner dell’iniziativa in collaborazione con il partner locale TCSE – Tunisian Center for Social Entrepreunership. Gli altri soggetti coinvolti nel progetto sono: il Comune di Milano, ANCI Toscana, ASEV (Agenzia per lo Sviluppo dell’Empolese-Valdelsa), Fondazione Finanza Etica, Nosotras Onlus, Comune di Tunisi, Comune di Sfax, Comune di Mahdia.

Ultimi articoli

ROMA, 16 APRILE 2024 – Si aprirà giovedì 18 aprile a Prato, per concludersi il

ARCI AREZZO CON LA PALESTINA NEL CUORE: dalle ore 10 camminata e letture sui luoghi

Sabato 2 Dicembre torna la Notte Rossa di Arci Toscana: la festa che ogni anno

Cura è rivoluzione sono le parole scelte dall’Arci per la campagna di tesseramento 2023-2024 che

Il 7 ottobre a Roma si terrà una grande manifestazione “La via maestra – Insieme

Si è concluso il progetto "Bambini al centro" che Arci Toscana insieme a Fondazione Prosolidar

La Giornata Mondiale del Rifugiato, è stata istituita il 4 dicembre 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni