Senegal-Firenze, Oltre l’Indifferenza

Senegal-Firenze, Oltre l’Indifferenza

Sessanta attivisti e dirigenti dell’Arci hanno raggiunto Tunisi ore per partecipare al Forum Sociale Mondiale, che si apre il 26 marzo. Un Forum speciale in un paese speciale in un periodo speciale.
 Si svolgerà dal 23 al 26 marzo prossimi la prima missione in Senegal di ‘Oltre l’Indifferenza’, progetto promosso ARCI Toscana, Fondazione ‘Il Cuore Si Scioglie’ – Unicoop Firenze, CGIL Toscana e Regione Toscana per sostenere il diritto all’educazione (e contro l’abbandono scolastico) di bambine e bambini dei due villaggi in cui erano nati Mor Diop e Samb Modou, le due vittime della strage razzista di Piazza Dalmazia avvenuta il 13 dicembre 2011.Obiettivo del progetto, che raccoglie le indicazioni suggerite dagli abitanti dei villaggi, è la ristrutturazione e l’equipaggiamento di due edifici scolastici a DAROU, nella regione vicino a Djourbel, e MOROLAN nell’area di Thiès.Nella scuola elementare di Darou Salam Ténéfoul verranno ristrutturate due nuove aule, ad oggi inagibili, che consentiranno alla comunità di dotarsi di spazi per le classi di scuola media.Nella scuola primaria di Ndiaye Bopp a Morolan verranno realizzati interventi di restauro dell’edificio (tetto, imbiancatura, infissi).Per entrambe le scuole verrà acquistato l’equipaggiamento necessario (lavagne, tavoli, banchi, armadietti) e materiale didattico per gli insegnanti e i bambini. “Con queste semplici azioni – spiegano i promotori del progetto – vogliamo realizzare qualcosa di concreto che serva anche alla popolazione toscana per non dimenticare quello che è accaduto e per creare un legame duraturo tra comunità di luoghi molto distanti ma accomunate dalla reazione ad una tragedia che ha colpito entrambe”. Arci Toscana, ‘Il Cuore Si Scioglie’ – Unicoop Firenze, CGIL Toscana e Regione Toscana hanno già lanciato una raccolta fondi coinvolgendo in primo luogo le basi delle tre organizzazioni, per finanziare due progetti nei villaggi di provenienza dei ragazzi uccisi. Scopo di questa prima missione è, oltre alla verifica delle condizioni per l’avvio del progetto di ricostruzione delle scuole, stringere un gemellaggio tra la Toscana e gli abitanti dei due villaggi di provenienza di Samb e Diop che assicuri una continuità di relazione ed una presa di responsabilità per una duratura relazione di solidarietà tra popoli. Faranno parte della delegazione Pape Diaw rappresentante della comunità senegalese di Firenze, Ledo Gori Capo di Gabinetto della Presidenza della Giunta della Regione Toscana, Alessio Gramolati (segretario generale Cgil Toscana), Claudio Vanni (responsabile relazioni esterne Unicoop Firenze) e Gianluca Mengozzi (presidente Arci Toscana).

Ultimi articoli

Sabato 2 Dicembre torna la Notte Rossa di Arci Toscana: la festa che ogni anno

Cura è rivoluzione sono le parole scelte dall’Arci per la campagna di tesseramento 2023-2024 che

Il 7 ottobre a Roma si terrà una grande manifestazione “La via maestra – Insieme

Si è concluso il progetto "Bambini al centro" che Arci Toscana insieme a Fondazione Prosolidar

La Giornata Mondiale del Rifugiato, è stata istituita il 4 dicembre 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni

I bilanci sociali di Arci Toscana: IL BILANCIO SOCIALE DI ARCI TOSCANA 2021