02/08 – Ponte Buggianese (PT) – DAL BENE CONFISCATO AL BENE COMUNE

02/08 – Ponte Buggianese (PT) – DAL BENE CONFISCATO AL BENE COMUNE

IL SENATO APPROVA LA RIFORMA DELLA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO+ La discussione sulla riforma della cooperazione allo sviluppo italiana si è sbloccata dopo anni di stallo, e sta procedendo in maniera spedita a partire dall’approvazione del disegno di legge ”Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo” da parte del Governo Letta dello scorso Gennaio. La riforma è stata approvata al Senato il 25 giugno, con poche modifiche rispetto al Ddl presentato dal Governo, ed adesso è passata all’analisi della Camera dei deputati.Si tratta di una riforma importante ed urgente, perché la legge n. 49/1987 che ancora oggi regola le attività del settore è stata pensata quasi 30 anni fa’, quindi in un contesto storico molto diverso da quello attuale (prima della caduta del muro di Berlino) e che non tiene conto delle modalità di intervento e dei principi di riferimento maturati nel frattempo nella comunità internazionale, come ad esempio la definizione e gli impegni per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del Millennio, o ancora le dichiarazioni sull’efficacia degli aiuti allo sviluppo.Le novità importanti della riforma sono:L’istituzione di un Comitato Interministeriale per la cooperazione allo sviluppo (CICS), una regia costituita dai dicasteri che hanno competenze in materie che sono oggetto di attività di cooperazione allo sviluppo.La nomina del Vice Ministro della cooperazione allo sviluppoLa nascita dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (AICS), uno strumento più flessibile e con maggiore autonomia, dotato di un quadro di professionisti specializzati. Altra novità degna di nota è che scomparirà l’idoneità delle ONG. Infatti un Comitato congiunto fisserà i parametri e i criteri sulla base dei quali vengono verificate le competenze e l’esperienza acquisita nella cooperazione allo sviluppo dai diversi soggetti che saranno iscritti, a seguito di tali verifiche, in un apposito elenco pubblicato e aggiornato periodicamente dall’Agenzia.—VOLONTARIATO SENZA FRONTIERERiflessioni dal mondo del volontariato internazionale in ToscanaNewsletter n.2/2014 – La riforma della cooperazione internazionale allo sviluppo immagine: (La Farnesina, Fonte esteri.it)

Ultimi articoli

Sabato 2 Dicembre torna la Notte Rossa di Arci Toscana: la festa che ogni anno

Cura è rivoluzione sono le parole scelte dall’Arci per la campagna di tesseramento 2023-2024 che

Il 7 ottobre a Roma si terrà una grande manifestazione “La via maestra – Insieme

Si è concluso il progetto "Bambini al centro" che Arci Toscana insieme a Fondazione Prosolidar

La Giornata Mondiale del Rifugiato, è stata istituita il 4 dicembre 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni

I bilanci sociali di Arci Toscana: IL BILANCIO SOCIALE DI ARCI TOSCANA 2021