‘LE CASE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE DEL PERÙ’ – IL SOSTEGNO ALLE CASE DEL MANTHOC

Contesto

Il Perù è una paese molto grande (3 volte l’Italia) e con un’economia in mano a poche persone che controllano le risorse ed intere attività produttive. Ampie fasce della popolazione vivono in povertà, e spesso i bambini sono costretti a lavorare per contribuire al sostentamento della propria famiglia.

Il Manthoc (Movimento degli Adolescenti e Bambini Lavoratori Figli di Operai Cristiani) svolge un’azione di contrasto allo sfruttamento del lavoro minorile, attraverso la partecipazione attiva dei bambini e delle ragazze all’interno dell’organizzazione. I ragazzi, infatti si autogestiscono ed eleggono i propri rappresentanti ed i responsabili delle attività, mentre i collaboratori adulti, tutti ex-bambini lavoratori, svolgono solamente un ruolo di supporto e di rappresentanza legale. Le attività del movimento si svolgono nella ‘Case del Manthoc’, dove i bambini e i ragazzi possono studiare, formarsi professionalmente, giocare ed incontrare i propri coetanei. Nelle case, infatti, i bambini prendono coscienza dei propri diritti e della possibilità di non essere sfruttati da padroni senza scrupoli.

 

Il progetto

Il progetto vuole contribuire alla tutela dei diritti dell’infanzia, sostenendo le attività che si svolgono quotidianamente nelle Case del Manthoc.

In questo anno di pandemia, che ha colpito in maniera particolarmente grave la popolazione peruviana, le Case del Manthoc sono state un punto di riferimento per l’intera popolazione. Nelle comunità povere urbane e rurali, il Manthoc ha risposto all’emergenza fornendo aiuti alimentari, dispositivi di protezione individuale e assistenza alle famiglie più vulnerabili, anche attraverso coinvolgimento attivo dei più piccoli. A partire dall’esperienza maturata in oltre 40 anni di azione sociale, il Movimento ha attivato le proprie basi per rispondere all’emergenza sanitaria e alla crisi economica e sociale che ne è derivata, attraverso azioni di sostegno diretto alla popolazione e attività di informazione e sensibilizzazione sulle misure di prevenzione del contagio.

Oltre alle azioni di risposta all’emergenza, nelle Case proseguono le attività ordinarie per i bambini e le bambine, che vengono realizzate in piccoli gruppi o a distanza nei periodi di lockdown: il sostegno scolastico e la distribuzione di materiale didattico, il supporto psico-sociale, l’animazione e il gioco, la promozione della partecipazione attiva dei più piccoli alla vita delle proprie comunità.

Con il tuo aiuto possiamo contribuire a garantire i diritti dei bambini e delle bambine del Perù, sostenendo le attività delle ‘Case del Manthoc’, che nonostante le difficoltà sono sempre aperte e al fianco dei bambini e delle bambine del Perù.

 

Per aderire
quota annua 120 euro
quota mensile 10 euro

Modalità
conto corrente bancario n. 1026838 presso Banca Popolare Etica,
IBAN IT 04 H 05018 02800 000011026838
intestato a ASSOCIAZIONE ARCI – Comitato Regionale Toscano, piazza dei Ciompi, 11 50122 Firenze, causale “Il Cuore si scioglie Perù”

Per saperne di più
Arci-Comitato Regionale Toscano
piazza dei Ciompi, 11
50122 Firenze
tel. 05526297236 fax 05526297233
internazionali.toscana@arci.it

 

 

 

Ultimi articoli

Ha preso il via oggi, lunedì 30 maggio, un nuovo campo della legalità Suvignano #benecomune

In occasione del 17 Maggio abbiamo voluto marcare il segno del nostro impegno, accendendo la luce

COMUNITA' GLOBALI - Solidarietà internazionale e volontariato per tutt* Corso di formazione del Cesvot in collaborazione

Finalmente, dopo due anni in cui la Festa della Liberazione ha dovuto fare i conti

ROMA 30 MARZO 2022 - ‘Accoglienti per Natura’: sono le parole scelte dall’Arci per la

La guerra torna in Europa. Le nostre comunità partecipano con sgomento ed incredulità ai sentimenti

Firenze, 11 febbraio 2022 - Siamo molto preoccupati per la salute delle nostre comunità. I dati che