La solidarietà dell’Arci alla famiglia Cucchi nella sua coraggiosa ricerca di verità

La solidarietà dell’Arci alla famiglia Cucchi nella sua coraggiosa ricerca di verità

A fine settembre è venuta a trovarci una delegazione di 5 giovani curdi iracheni nell’ambito delle attività scambio del progetto ‘Youth spring across ethnicities’, finanziato dall’Ue e promosso da Arci Toscana assieme a ‘Un ponte per…’. Pubblichiamo l’articolo con cui Repubblica Firenze ha parlato della visita della delegazione. 
 Non si può morire così nelle mani dello Stato. E uno stato democratico non può consentire impunità.Le perizie parlano chiaro. Stefano è stato pestato e poi lasciato morire senza cure: esponenti delle forze dell’ordine e medici ne sono dunque responsabili. A meno di non credere che il giovane si sia suicidato adottando uno insolito modo per farlo, procurandosi da solo evidenti segni di percosse che l’hanno sfigurato. Una vicenda, quella di Stefano, che tra l’altro dimostra una volta di più quanto sarebbe urgente introdurre nel nostro ordinamento il reato di tortura.Le dichiarazioni dell’Onorevole Giovanardi e del rappresentante del Sap che affermano che “epilettici o tossicodipendenti non hanno diritto al rispetto e alla vita”, dimostrano quanto degrado si annidi all’interno delle nostre istituzioni e nei loro rappresentanti.

Ultimi articoli

Sabato 2 Dicembre torna la Notte Rossa di Arci Toscana: la festa che ogni anno

Cura è rivoluzione sono le parole scelte dall’Arci per la campagna di tesseramento 2023-2024 che

Il 7 ottobre a Roma si terrà una grande manifestazione “La via maestra – Insieme

Si è concluso il progetto "Bambini al centro" che Arci Toscana insieme a Fondazione Prosolidar

La Giornata Mondiale del Rifugiato, è stata istituita il 4 dicembre 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni

I bilanci sociali di Arci Toscana: IL BILANCIO SOCIALE DI ARCI TOSCANA 2021