Naufragio a Lampedusa, la Toscana proclami il lutto in tutta la Regione

Naufragio a Lampedusa, la Toscana proclami il lutto in tutta la Regione

Giovedì 10 ottobre alle ore 21.30 al Circolo Arci di Ponticino (Via Casaccia 17) si apre ‘In Orbirta’, stagione di concerti acustici. Primo appuntamento con ‘Those Dirty Owls’. Contributo all’ingresso: 2 euro.
 Mentre scriviamo queste righe il bilancio parla di 90 morti e 250 persone disperse. Sono i numeri dell’ultima tragedia di migranti consumatasi a largo di Lampedusa. Orrore, dolore e rabbia sono i sentimenti che le notizie che giungono provocano nell’Arci.Da anni l’Arci chiede un cambio di passo sul fronte del governo del fenomeno dell’immigrazione, della gestione delle frontiere marittime, della questione del diritto di asilo e della protezione dei rifugiati. E’ evidente che non ci si possa più limitarsi a lavarsi la coscienza incolpando gli scafisti. E’ evidente che tutti i giri di vite messi in atto in questi anni a proposito di sbarchi (che hanno procurato anche condanne di organismi internazionali al nostro Paese) si siano rivelati dannosi e non possono essere più riconosciuti come una risposta accettabile e credibile.Pensiamo, insomma, sia necessario che ci si interroghi una volta per tutte sui motivi che inducono migliaia di persone ad affidarsi a sfruttatori senza scrupoli e che si sospendano gli accordi bilaterali tra Italia e Libia. Chiediamo che in tutto il paese si proclami una giornata di lutto nazionale per ricordare e onorare come è giusto tutte queste persone che hanno perso la vita per fuggire da guerre e violenze e trovare ospitalità in un’Europa che ha blindato le proprie frontiere.Per questo ci rivolgiamo a Regione Toscana e enti locali affinché sostengano tale proposta di fronte al Governo nazionale e si facciano promotori di iniziative in grado di far giungere dalla Toscana un chiaro messaggio di dolore e sdegno per la, ennesima, strage di migranti al largo di Lampedusa. L’Arci, infine, invita i suoi Circoli a listare a lutto le proprie bandiere o a mettere in atto altri gesti simbolici.

Ultimi articoli

Sabato 2 Dicembre torna la Notte Rossa di Arci Toscana: la festa che ogni anno

Cura è rivoluzione sono le parole scelte dall’Arci per la campagna di tesseramento 2023-2024 che

Il 7 ottobre a Roma si terrà una grande manifestazione “La via maestra – Insieme

Si è concluso il progetto "Bambini al centro" che Arci Toscana insieme a Fondazione Prosolidar

La Giornata Mondiale del Rifugiato, è stata istituita il 4 dicembre 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni

I bilanci sociali di Arci Toscana: IL BILANCIO SOCIALE DI ARCI TOSCANA 2021