Site Search powered by Ajax

Assassinio Padre Tentorio, la Toscana solidale perde un punto di riferimento

C'era un legame stretto tra padre Tentorio (padre Pops, come lo chiamava la gente del luogo) e la Toscana. Infatti, il missionario assassinato questa mattina nell'isola filippina di Mindanao è stato per anni uno dei punti di riferimento per la realizzazione dei progetti di cooperazione internazionale nell'isola stessa realizzati da Arci Toscana, nell'ambito della campagna di Unicoop Firenze 'Il Cuore si scioglie'.

Tentorio seguiva i progetti per garantire l'accesso alle risorse idriche e all'acqua potabile delle popolazioni indigene in 33 villaggi della valle di Arakan. Tali progetti hanno contribuito nel corso degli ultimi dieci anni alla riduzione del 50% della mortalità infantile in quell'area.

“Perdiamo colui che ci ha preso per mano nell'impegno per la difesa delle popolazioni indigene dalla violenza dei latifondisti e delle multinazionali del legname, e in questo momento il nostro pensiero va anche a quelle popolazioni locali, che senza Tentorio si ritrovano inermi e prive della possibilità di far sentire la propria voce” - commenta il presidente di Arci Toscana Gianluca Mengozzi.

“Per onorare la memoria del lavoro di Padre Tentorio, a noi ora spetta proseguire l'attività di cooperazione internazionale in solidarietà con le popolazioni indigene filippine” - aggiunge Daniela Mori, direttrice della Fondazione 'Il Cuore Si Scioglie'/Unicoop Firenze.

Main Menu

Login Form