Site Search powered by Ajax

Accogliere i profughi. Il Si dell’Arci al modello proposto da Rossi

Per noi è prioritario che tutte le regioni italiane e dunque anche la Toscana, si facciano carico dell’accoglienza dei profughi e richiedenti asilo, che scappano da situazioni di tensione.

Condividiamo per questo la posizione del Governatore Enrico Rossi, che privilegia un’accoglienza in piccoli gruppi e il coinvolgimento dell’associazionismo e del volontariato che da anni sono impegnati su questi temi. La nostra esperienza dimostra che questa formula è quella più facilmente gestibile. Condividiamo anche le sue perplessità sulla realizzazione di una mega tendopoli che tenderebbe a diventare inevitabilmente uno spazio degradato e marginale.

Siamo convinti che ci siano motivi importanti per impegnarsi nell’accoglienza, prima di tutto dal punto di vista dell’emergenza umanitaria. Il nostro Governo sta facendo, invece, come sempre su questi temi, una pessima figura a livello internazionale, esaltando paure e sentimenti xenofobi.

Ma c’è anche un importante motivo politico per promuovere l’accoglienza: in questo momento il bacino del Mediterraneo è attraversato da forti trasformazioni, spesso drammatiche. Un paese come il nostro dovrebbe sentire come ruolo naturale di svolgere una funzione di riferimento nell’area in cui è collocato. Questo implica saper affrontare le contraddizioni. La fuga, invece, da qualsiasi difficoltà rende sempre più marginale il ruolo dell’Italia.

Il presidente Arci Toscana
Vincenzo Striano

Main Menu

Login Form