Site Search powered by Ajax

NO TRIV. Il 17 aprile 2016, referendum contro le trivelle

Si è costituito il Comitato “Vota SI per fermare le trivelle”, con l'obiettivo di far esprimere gli italiani sulle scelte energetiche del Paese nel referendum del prossimo 17 aprile.

Il neonato comitato nazionale delle associazioni "Vota SI per fermare le trivelle" si propone di mobilitare il più ampio numero di persone possibile in vista del Referendum contro le trivellazioni, quando saremo chiamati ad esprimerci su scelte energetiche strategiche per il futuro del Paese. Il referendum, infatti, punta all'abrogazione della norma introdotta con l’ultima legge di Stabilità che permette di cercare ed estrarre petrolio e gas entro le 12 miglia dalla costa, anche oltre la scadenza della concessione, rendendo, di fatto, sine die le licenze già rilasciate.

La posta in gioco, attraverso il voto contrario alle trivellazioni in mare, in realtà è dare al governo un'indicazione chiara sulla necessità di investire in rinnovabili e non in energie fossili, con conseguente inquinamento, dipendenza economica da lobby a discapito di sostenibilità ambientale e sociale.

Per questo il Comitato si impegnerà, nel prossimo mese, a portare avanti una capillare operazione di informazione per spingere i cittadini a partecipare al referendum contro le trivellazioni in mare e votare SI per abrogare la norma in oggetto, considerato anche che il Governo, sordo agli appelli per l’Election Day per il referendum e per le amministrative, ha deciso di anticipare al massimo la data del voto referendario, (con un costo di 360 milioni di euro) puntando sul fallimento della partecipazione degli elettori e il poco tempo a disposizione per costruire una campagna informativa da parte delle associazioni promotrici.

Questi i primi firmatari del Comitato nazionale “Vota SI per fermare le trivelle”:

Adusbef, Aiab, Alleanza Cooperative della Pesca, Arci, ASud, Associazione Borghi Autentici d'Italia, Associazione Comuni Virtuosi, Coordinamento nazionale NO TRIV, Confederazione Italiana Agricoltori, Federazione Italiana Media Ambientali, Fiom-Cgil, Focsiv – Volontari nel mondo, Fondazione UniVerde, Giornalisti Nell'Erba, Greenpeace, Kyoto Club, La Nuova Ecologia, Lav, Legambiente, Libera, Liberacittadinanza, Link Coordinamento Universitario, Lipu, Innovatori Europei, Marevivo, MEPI–Movimento Civico, Movimento Difesa del Cittadino, Pro-Natura, QualEnergia, Rete degli studenti medi, Rete della Conoscenza, Salviamo il Paesaggio, Sì Rinnovabili No nucleare, Slow Food Italia, Touring Club Italiano, Unione degli Studenti, WWF.

Main Menu

Login Form