Site Search powered by Ajax

Chi ha paura del libro cattivo?

Domenica 13 dicembre, una maratona di lettura dei 49 libri messi all’indice dal sindaco di Venezia, con lo spauracchio della teoria gender. Una manifestazione che vuole riaffermare la laicità e l'universalità del diritto come principi cardine dello Stato.

 

Letture per i diritti.

Arci invita i suoi circoli a organizzare letture corali dei 49 libri di favole per bambini messi all’indice dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, perché ispirate alla fantomatica teoria gender.

Un mobilitazione contro l’oscurantismo e la censura che accompagnano il vuoto normativo sul tema dei diritti civili, contro la pretesa di imporre al Paese un arretramento culturale tanto infarcito di banalità quanto spaventoso, che cerca di impedire che il sistema scolastico educhi all’uguaglianza, al rispetto delle diversità e alla parità di genere.

Un’iniziativa nazionale che vuol creare una rete tra i circoli e dare la massima visibilità agli appuntamenti tesi a riaffermare il principio della laicità e dell’universalità del diritto attraverso l’arte, la cultura e l’intrattenimento.

I circoli che decideranno di aderire, con maratone di lettura e altre iniziative come dibattiti, spettacoli musicali o teatrali, dovranno comunicarlo ai rispettivi Comitati di riferimento.

Sul sito si Arci nazionale sarà dedicata una pagina ad hoc all’iniziativa, con mappe interattive e l’elenco dei circoli aderenti, oltre a quello dei 49 libri messi all’indice.

 

Main Menu

Login Form