Site Search powered by Ajax

Progetto ‘D.R.A.G.O.’ per il sostegno alla cooperativa 'Lavoro e Non Solo'

Ormai da alcuni mesi la cooperativa ‘Lavoro e Non Solo’, di cui Arci Toscana è socio sovventore, ha messo in atto il progetto D.R.A.G.O. (Developement Resources Agricultural Growth Organic).

 

 

Il progetto è sostenuto dalla Fondazione ‘Con il Sud’, ed ha l’obiettivo di rilanciare l’agricoltura sostenibile favorendo l’inclusione sociale di soggetti in condizione di disagio e di marginalità.

Rispondendo anche all’attuale situazione di emergenza e criticità, il progetto D.R.A.G.O. è destinato a beneficiari richiedenti asilo, giunti in Sicilia attraverso i drammatici sbarchi che tutti conosciamo e accolti all’interno del bene confiscato “Casa Caponnetto” a Corleone, assegnato alla cooperativa Lavoro e Non Solo. I profughi protagonisti del progetto stanno svolgendo un percorso formativo teorico-pratico, che li condurrà a sviluppare tutte le competenze necessarie per seguire l’intero processo di filiera riguardante la coltura, il confezionamento e la diffusione sul mercato dei prodotti provenienti dalle terre confiscate alla mafia. Gli ospiti del progetto D.R.A.G.O. stanno svolgendo le loro attività insieme ai ragazzi e alle ragazze volontari che per tutta l'estate si sono alternati nei campi di lavoro.

Uno dei prodotti, frutto del loro lavoro, è l’UVA DA TAVOLA, proveniente dalle terre confiscate, assegnate alla Lavoro e Non Solo dal Comune di Canicattì. L’uva da tavola, coltivata e raccolta dai nostri giovani, verrà confezionata in cassette di 6 kg ciascuna.

E' possibile sostenere il progetto sia singolarmente che attraverso i vostri circoli Siamo quindi ad invitare voi tutti, acquistando questo prodotto, che ha un duplice valore aggiunto: 1) è un prodotto che viene coltivato a Canicattì, nelle terre confiscate a un mafioso 2) è il frutto del lavoro dei ragazzi che fanno parte del progetto Sprar inseriti in cooperativa e che, proprio attraverso questo progetto, stanno intraprendendo un percorso di vita verso l'autonomia.

Acquistare questa uva da tavola di Canicattì è un segnale importante a cui  l'Arci Toscana tutta aderisce, vuol dire obiettivi di giustizia sociale, che da sempre contraddistinguiono la nostra associazione.

Le cassette di uva sarà possibile ordinarle attraverso una semplice mail all’indirizzo di Calogero

Parisi ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) e, in conoscenza, alla responsabile legalità toscana Serenella Pallecchi ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) ENTRO E NON OLTRE LUNEDI' 14 SETTEMBRE.

Orari e modalità di consegna saranno comunicati nei prossimi giorni, così da poter organizzare i ritiri.

 

 

Main Menu

Login Form