Site Search powered by Ajax

Obiettivi sul Lavoro

Raccontare le storie dei lavoratori precari impiegati nel campo della cultura e della conoscenza in questi anni di crisi economica: questo il proposito dell’edizione 2013 del concorso per audiovisivi Obiettivi sul Lavoro, a cui dal 28 novembre ci si può iscrivere.

 

 

I promotori del concorso, nato nel 2005, quest’anno hanno deciso di dedicare il contest a uno dei comparti più colpiti dai tagli e dalla crisi economica. La scuola e la formazione, l’università e la ricerca, l’industria dello spettacolo e dell’intrattenimento, gli enti e le associazioni di promozione culturale, raccontati attraverso le storie di ordinaria resistenza delle tante persone che faticosamente e spesso con scarsità di risorse si adoperano per promuovere cultura e conoscenza nel nostro paese. Un lavoro spesso mortificato perché considerato improduttivo; un lavoro precario, frammentato e poco tutelato, che coinvolge tanti giovani.

La richiesta di ammissione al Bando deve pervenire entro il 30 gennaio 2014. La scheda di iscrizione va scaricata dai siti: www.obiettivisullavoro.it; www.ucca.it; www.flcgil.it; www.fondazioneunipolis.org

Dopo averla compilata in ogni sua parte va inviata per posta a Ucca, Via dei Monti di Pietralata 16, 00157 Roma, oppure via mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Insieme alla scheda di iscrizione va inviata l’opera che si intende far concorrere in formato elettronico tramite we.transfer.com all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Possono partecipare film documentari e di finzione realizzati a partire dal 2012, su qualsiasi supporto, della durata massima di 60 minuti, oppure videoclip della durata massima di tre minuti, anch’essi su qualsiasi supporto. Le opere devono essere in lingua italiana (o in versione italiana). Le copie dei film devono essere accompagnate da una scheda tecnica, il riassunto del soggetto, la bio-filmografia del regista, fotografie e/o diapositive del film, la liberatoria. La partecipazione è gratuita.

La giuria del concorso, presieduta dalla regista Costanza Quatriglio, è composta dall’attore Enzo De Caro, il giornalista e scrittore Ermanno Detti, il regista Agostino Ferrente, il giornalista Arcangelo Ferri, la giornalista Gabriella Gallozzi, il responsabile di DOC3 Fabio Mancini, il giornalista Giancarlo Visitilli, l’autore televisivo Aldo Zappalà. La premiazione delle opere vincitrici avverrà il 27 febbraio 2014. Tutte le opere selezionate saranno proiettate nei circoli Arci e Ucca di tutta Italia, nelle sedi delle organizzazioni sindacali che copromuovono o collaborano al concorso, nelle scuole e nelle università.

Il concorso è promosso da Ucca, Flc-Cgil, Arci, con la partecipazione e il contributo di Fondazione Unipolis. In collaborazione con Cgil, Slc-Cgil; con il sostegno della Direzione generale per il cinema MiBact e della Regione Lazio. Aderiscono: Università Roma Tre – Facoltà di Scienze della Formazione – Laboratorio Storia del Lavoro; Università di Cagliari – Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio; Doc/it

Main Menu

Login Form