Site Search powered by Ajax

Soddisfazione per il risultato toscano

Pur preoccupati per i dati nazionali esprimiamo soddisfazione per i risultati raggiunti dal centro sinistra in Toscana, che rimane saldamente al governo. Dispiace che per un pugno di voti non sia arrivata in Regione anche Sinistra, Ecologia e Libertà, cosicché tutto l’arco della sinistra sarebbe stato rappresentato.

Se di crisi della sinistra in Toscana non si può proprio parlare, lo si deve anche ad un radicamento culturale diffuso del mondo progressista, di cui la presenza di case del popolo e associazionismo è parte indispensabile. Dove questa rete di strutture popolari non esiste decisivo diviene il messaggio delle televisioni ampiamente controllate dal centro destra.

E’ importante tutelare i circoli e più in generale l’associazionismo che in Toscana si presenta peraltro variegato e plurale. E’ anche fondamentale favorire l’innovazione dell’intero terzo settore. Segnaliamo che un sotterraneo ma sensibile percorso di rinnovamento è in atto nel mondo delle case del popolo. Dirigenti e temi nuovi si affermano, come risulterà evidente nei prossimi anni.

Ad Enrico Rossi facciamo gli auguri per il meritato successo. Siamo certi che, come è già stato con Claudio Martini, ci sarà la possibilità di una proficua collaborazione, tanto più importante in anni che saranno di trasformazione della società toscana.

Infine, la sinistra a livello nazionale dovrebbe maggiormente studiare e valorizzare il modello della Toscana: essere “regione rossa” non è una condizione figlia del caso, ma frutto di un lavoro dinamico, di un buon governo e di una ricca e vivace società civile.

Vincenzo Striano, Presidente ARCI Toscana

Login Form