Site Search powered by Ajax

Seminario "Segni e semi del futuro. Tra informazione e comunicazione"

La nostra Associazione è in larga parte portatrice di una cultura di una passione per le modalità di comunicazione tipiche dei media che oggi vengono definiti tradizionali, quali la carta stampata, l’audiovisivo e lo spettacolo dal vivo, e più in generale su tutte quelle modalità di relazione,

basate inderogabilmente sullo scambio e il contatto fisico tra le persone, che costituiscono la principale ragione di esistere delle nostre basi associative.
E' però impossibile non tener conto del fatto che i nostri tempi, attraverso le possibilità indotte dalle nuove tecnologie, abbiano determinato lo sviluppo di processi irreversibili, che hanno necessariamente messo in crisi lo status e in parte anche il potere dei “vecchi” media. Sono in particolare le attuali modalità di utilizzo della rete, e più recentemente degli strumenti di relazione telematica paritaria, comunemente definiti social network, ad aver sensibilmente trasformato lo scenario. Risulta dunque fondamentale, in un’epoca in cui si tenta di far coincidere l’idea di partecipazione con l’abitudine al televoto, operare perché la rete stessa non diventi esclusivamente il luogo del trionfo virtuale di quella banalità che molto spesso è alla base della nostra comunicazione quotidiana; ma nello stesso tempo è innegabile che la rete abbia assunto un ruolo decisivo rispetto alla possibilità di immettervi e scambiarvi informazioni e riflessioni che per i più svariati motivi non trovano adeguato spazio sui media tradizionali, incrementando così il pluralismo e anche l’attrattività dei canali informativi.
Comunicare significa dunque in primo luogo riuscire ad importare sui nuovi media contenuti intelligenti, di parte e non neutrali, e contemporaneamente diventare sempre più capaci di usare quelli tradizionali, cercando in questo caso di trasportarvi all’interno dialettica e anche conflittualità ove necessario. In tempi come questi essere media è una necessità che si pone per non uniformarsi a quello che in buona parte sembra ormai essere un destino scontato.

 

Programma
24 e 25 settembre 2010
Giardini le Ghiaie - Portoferraio - Isola d'Elba


PRIMA GIORNATA

ore 15.00   Saluti e presentazione del seminario
Carlo Andorlini – Regione Toscana
Roberto Peria – Sindaco del Comune di Portoferraio
Jessica Muti – Assessore Politiche Giovanili Comune di Portoferraio
Giangiacomo Parigini – Dip. Cultura Arci Nazionale
Alfio Pellegrini – Responsabile Dip. Comunicazione Arci Regionale

Coordina
Francesco Giannoni – Responsabile Dip. Sociale Arci Regionale

ore 15.40   Perché comunicare - Alessio Traversi
ore 17.00 Gruppi di lavoro: Il panorama delle esperienze ARCI in Toscana. Media tradizionali e nuovi media in rapporto con l’Associazione e il territorio.  
ore 18.30  Restituzione in plenaria

ore 21.00  Project work
Realizzazione di una trasmissione, coordinata dagli operatori di Nova Radio, basata su interviste a giovani elbani, precedentemente coinvolti e presenti sul posto. La trasmissione avrà come tema la condizione giovanile sul territorio elbano. Gli operatori radiofonici si avvarranno della collaborazione dei partecipanti al seminario, che fungeranno sia da spettatori dal vivo che da protagonisti della trasmissione.

SECONDA GIORNATA

ore 09.30  Fare radio. Sessione formativa.
La radio. Struttura, ruoli e attività;
La rubrica radiofonica e il palinsesto;
I format delle trasmissioni;
La diretta, la trasmissione registrata e il podcast;   
I nuovi format nati attraverso le web radio;
Stare al microfono, gestire gli ospiti, fare interviste.

ore 11.30  Esercitazione: il montaggio di un’intervista

ore 15.00 Dal livello locale verso una strategia globale: la condivisione di contenuti e format. Francesco Giannoni
ore 16.30  Conclusioni, Vincenzo Striano – Presidente Arci Toscana

APQ "Toscana Giovani”

Main Menu

Login Form