Site Search powered by Ajax

Una giornata di formazione per i giovani volontari in partenza per i campi di lavoro nei terreni confiscati alla mafia

Saranno quasi 150 le ragazze e i ragazzi che parteciperanno, presso la sede Arci di piazza dei Ciompi, ad una giornata formativa per prepararsi all’impegno che li aspetta nei terreni confiscati alla mafia (Corleone e Melito Porto Salvo).


L’iniziativa fa parte del progetto “Liberarci dalle spine” e “Campi del sole”, portato avanti da sei anni ormai dall’arci, in collaborazione con Libera, CGIL, Unicoop Tirreno, Legacoop Toscana.

Saranno presenti Elisabetta Caponnetto, il Vice Prefetto di Firenze Alessandra Terrosi, in rappresentanza dei Prefetti toscani, ed è stata invitata la Regione Toscana.

Vincenzo Striano, Presidente Arci Toscana, dichiara che “si è creato ormai un grande  fenomeno culturale diffuso che ha coinvolto migliaia di ragazzi toscani. E’ significativo notare che si tratta in gran parte di ragazze (oltre il 70%). Non si tratta più, comunque, di un evento sporadico. Il tema anzi tende ad allargare sempre più l’arco degli interlocutori, coinvolgendo oltre ai giovani, che sono i principali attori in gioco, le loro famiglie e gruppi di anziani dello SPI Cgil, che nei campi si occupano di una serie di servizi logistici. E’ importante che questa esperienza, che determina spazio pubblico, sia supportata e valorizzata dalle istituzioni. In specifico questa giornata fa parte di un percorso di formazione indispensabile per affrontare adeguatamente la successiva esperienza sui terreni confiscati alla mafia”.

Di seguito il programma dettagliato della giornata

PROGETTO LIBERARCI DALLE SPINE E CAMPI DEL SOLE -  edizione 2010

Incontro di formazione per i/le volontari/e in partenza
Giovedì 17 Giugno 2010
Piazza dei Ciompi 11, Firenze

Ore 14.30  Saluto del Presidente dell’Arci Toscana e dei soggetti partner
Ore 14.45  Presentazione del progetto “Liberarci dalla Spine” e “Campi del Sole”
Ore 15.10  MODULI FORMATIVI:
·        La storia  e l’identità dell’Arci
·        Il movimento cooperativo
·        Le realtà cooperative siciliane e calabresi ospitanti
·        La procedura di confisca e di riutilizzo sociale dei beni dei mafiosi
·        Comunicazioni sui luoghi  ospitanti :
- Corleone (PA)
- Canicattì (AG)
- Melito Porto Salvo (RC)
Ore 16.30 La comunicazione sociale: l’importanza di diari, foto, video e i rapporti con i mass-media
Ore 16.50  I tre momenti fondamentali del campo: l’importanza delle relazioni sociali e del rispetto delle regole di comportamento
Ore 17.40    La gestione della cucina e l’ autogestione  degli spazi
Ore 18.00    l ruolo dei coordinatori
Ore 18.15   Domande dei/delle volontari/e

Main Menu

Login Form