Site Search powered by Ajax

Oltre confine. Dal 13 al 17 luglio a Cecina torna il Meeting Internazionale Antirazzista

meeting internazionale antirazzista 2016Dal 13 al 17 luglio a Cecina Mare (Li), torna il Meeting Internazionale Antirazzista promosso da Arci, con il patrocinio e sostegno di Regione Toscana, Comune di Cecina, Comune di Bibbona e CesvotQuesta XXII^ edizione vuole fornire strumenti e spazi di confronto sul tema dei confini, intesi come linee che separano e come barriere che alziamo di fronte a ciò che è altro da noi: nei cinque giorni di Meeting lavoreremo per allargare i confini e renderli terreno di condivisione.

 

 

Oltre confine” è, pertanto, il titolo dell'edizione 2016, in cui cercheremo di delineare politiche per creare società più aperte e libere, per ridisegnare le nostre città in modo che siano luoghi di accoglienza e inclusione, per ridurre gli spazi di marginalità e ampliare quelli di scambiodialogo.

Come sempre, sarà un’occasione per conoscere da vicino il grande lavoro che Arci fa sui temi dell’antirazzismo e dell’accoglienza e per capire come migliorarlo, per questo ci sarà la formazione rivolta agli operatori progetti SPRAR e la Summer School dell'Antirazzismo; ci saranno poi incontri e seminari sui temi più rilevanti che ruotano attorno all’antirazzismo con ospiti internazionali, parlamentari e politici locali, intellettuali, giornalisti e attivisti.

In collaborazione con l’Atlante delle Guerre e dei Conflitti ci sarà il laboratorio gratuito su giornalismo e migrazioni e poi ampi spazi dedicati ai più piccoli, con gli “atelier creativi” sulle valorizzazioni delle differenze attraverso libri e disegni; mentre per i ragazzi ci saranno laboratori di fumetto e per gli adulti laboratori di teatro.

E poi, la sera, nella pineta di Cecina, grande spazio a spettacoli teatrali e musicali: ogni sera concertidjset, in un programma costruito con la preziosa collaborazione dei ‪‎circoli e delle ‪associazioni affiliate Arci e impegnate nella produzione e promozione della musica di qualitàKaremaski Multi Art LabBorderline PisaLa Scena MutaOpen Mountain.

L’ingresso al Meeting è libero e la partecipazione agli eventi, agli incontri e ai laboratori è gratuita.

Per informazioni sugli eventi e sul programma, per iscrizioni ai laboratori:

www.mia-arci.it

www.facebook.com/MIA.arci

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo il programma completo:

 

 

Mercoledì 13 luglio

 

Mattina

 

H 10:00 – 13:30

Sala 1

Lavorare in rete per un’accoglienza emancipante - workshop di formazione rivolto ad operatori SPRAR

 

La formazione permanente rappresenta un elemento di primaria importanza nel lavoro degli operatori SPRAR, visto l’elevato livello di professionalità richiesto e gli standard qualitativi indicati dal Manuale Operativo. Gli operatori, misurandosi quotidianamente con la gestione dei servizi di accoglienza integrata, hanno maturato nel corso degli anni un bagaglio di competenze specifiche che rappresentano un patrimonio importante da valorizzare in ambito formativo. Per questo motivo riteniamo importante proporre nell’ambito del Meeting Internazionale Antirazzista 2016 un percorso formativo incentrato sugli operatori SPRAR in cui la risposta ai bisogni formativi viene data dalla condivisione di esperienze e competenze.

L’obiettivo del percorso è favorire lo scambio di buone prassi e l’elaborazione di linee guida su alcuni temi chiave dei percorsi di accoglienza e inclusione sociale quali il raggiungimento dell’autonomia lavorativa dei beneficiari, la costituzione e il consolidamento di reti territoriali di supporto e la presenza di beneficiari portatori di vulnerabilità.

Dal punto di vista metodologico il workshop sarà basato su un approccio orizzontale di trasmissione di saperi ed esperienze, una formazione tra pari, organizzando 3 gruppi di lavoro la cui conduzione sarà affidata a uno o più facilitatori-operatori SPRAR provenienti dai progetti SPRAR della rete arci.

Coordinano i lavori Francesco Giannoni e Dagmar Schussler di Arci Toscana

Gruppo 1: formazione professionale, tirocini formativi e inserimento lavorativo (Barbara Giovino SPRAR Firenze- Carmen Cogliandro SPRAR Lunigiana-Stefano Pelagatti SPRAR Lucca-Raffaele Gorgoni SPRAR MSNA San Pietro Vernotico): i percorsi di accoglienza sono finalizzati alla riacquisizione dell’autonomia socio-economica la quale è possibile soltanto attraverso specifici strumenti da mettere a disposizione del beneficiario. Il gruppo di lavoro sarà focalizzato sulla messa in comune di modalità, strategie e strumenti finalizzati al raggiungimento di risultati positivi a medio e lungo termine.

Gruppo 2: reti territoriali e protocolli d’intesa (Nazila Arabashahi SPRAR Valdera-Catia Fagioli SPRAR- Siena – Caterina Vangelisti SPRAR Rosignano-Francesca Pala SPRAR SdS Pisana): i rapporti con il territorio (parti datoriali, associazioni di categoria, scuole, enti di formazione, ecc.) rivestono una primaria importanza nella creazione di reti territoriali istituzionali e informali, fondamentali nel sostenere nel tempo i percorsi di autonomia dei beneficiari. Il gruppo di lavoro sarà focalizzato sulle modalità di costruzione e di consolidamento delle reti, così come sull’ottimizzazione delle relazioni stabilite ai fini dei percorsi di autonomia durante la permanenza e dopo l’uscita dal progetto.

Gruppo 3: la presa in carico e la riacquisizione dell’autonomia di casi vulnerabili (Virginia Signorini SPRAR Prato – Emiliano Piredda SPRAR Arezzo): l’incremento di beneficiari portatori di vulnerabilità, in particolare di disagio mentale rende necessario dotarsi di strumenti per riconoscere in tempo i primi sintomi, avviare percorsi efficaci di presa in carico, individuando un giusto approccio che possa favorire il raggiungimento di un’autonomia completa o parziale. Il gruppo di lavoro sarà focalizzato sul confronto di modalità, strategie e strumenti in relazione ai risultati raggiunti.

 

Pomeriggio

 

H 15.00 – 17.00

Sala 1

Lavorare in rete per un’accoglienza emancipante - workshop di formazione rivolto ad operatori SPRAR

Restituzione dei risultati dei lavori di gruppo in plenaria

 

H 15.00 – 17.00

Sala 2

Laboratori d’arte

“Fumetto Intercultura”

a cura di Takoua Ben Muhammad

Tecniche base del fumetto e di scrittura della sceneggiatura

 

H 17:00 – 19:00

Sala 3

Le nuove città: costruire spazi diversi per includere

I confini delle città, le periferie: da non luoghi in cui crescono marginalizzazioni, si costruisce la rabbia e si allargano e definiscono le disuguaglianze a nuovi spazi di rigenerazione urbana e di inclusione.

Un confronto tra amministratori e associazioni provenienti da diverse città europee.

Intervengono: Aldo Bonomi (sociologo), André Henselmann (OASE Germania), Helen Boehm (Gesobau Germania), Annalisa Gadaleta (Assessore alla cultura Municipio di Molenbeek Saint-Jean, Bruxelles), Matteo Biffoni (Presidente Anci Toscana), Simone Pallotta (Curatore di arte pubblica Roma), David Lopez (Direttore del settore internazionale della Ligue de l’enseignement - Francia, Presidente della piattaforma lifelong learning programme - Bruxelles)

Saluti iniziali: Claudia Franconi (Presidente Arci Cecina)

Introduce e coordina: Federico Amico (Commissione Nazionale di Lavoro Arci Diritti e Buone Pratiche Culturali, Educazione Popolare)

Conclude: Francesca Chiavacci (Presidente Nazionale Arci)

 

Performance street art di Paolo Gojo Colasanti, Vasco Warios

 

H 19.00 – 20.00

Inaugurazione XXII Meeting Internazionale Antirazzista

 

Inaugurazione della mostra fotografica NOISIAMOSOLOANDATA

Il lavoro fotografico NOISIAMOSOLOANDATA è il frutto di un progetto congiunto di Arci Siena e Arci Toscana (quest’ultima soggetto gestore del progetto SPRAR) e nasce dall’incontro con un giovane fotografo locale, Alessio Duranti, che per circa un anno ha preso parte alle attività che si svolgono con i beneficiari fotografando momenti differenti che vanno dalla gestione della vita quotidiana, ai momenti ricreativi, alle attività formative, al disbrigo delle pratiche burocratiche, alla ricerca del lavoro. L’idea che sta alla base del progetto fotografico è quella di restituire, con un linguaggio diverso dalle parole e sicuramente molto più di impatto, il senso e gli obiettivi del progetto di accoglienza e integrazione.

A cura di Arci Siena e del progetto SPRAR della Provincia di Siena

 

“La storia di G.”

Reading musicale sul tema della tratta delle donne.

Si tratta di donne. La tratta delle donne: donne trattate da schiave, maltrattate, odiate, vendute, usate, violate, cacciate, abbandonate. La storia di G. è una storia vera. Una storia delle tante storie vere che si svelano nei centri di accoglienza per immigrate clandestine. Questa performance ci rende custodi della loro struggente verità, che attraverso la musica, la poesia, l'arte si può ancora trasformare in bellezza, in speranza e in nuova sensibilità nel cuore degli spettatori. Regia, testi e interpretazione Irene Paoletti. Da una testimonianza di

Federica Nucci. Musiche e canzoni (pianoforte) Emanuele Bocci.

A cura de La compagnia Arts & Crafts e Arci Grosseto

 

Presentazione spot "APRI FORTE" realizzato da Arcisolidarietà Cecina con la Scuola Media Statale Galileo Galilei sede di S. Pietro in Palazzi

 

Sera

 

H 21.00

“Tutta Un’altra Storia” di e con Fiamma Negri e Giusi Salis.

Spettacolo/reading nato durante il MIA 2015

 

H 22.00

Meganoidi live

 

Giovedì 14 luglio

 

Mattina

 

 

H 10:00 – 13:00

Sala 2

Laboratorio su giornalismo e migrazioni

a cura di Atlante delle Guerre e dei Conflitti

Le cause delle migrazioni: le guerre nel mondo

 

Nel corso del 2015 e nei primi mesi del 2016, i media italiani ed europei hanno visto incrementare la presenza del dibattito sulle migrazioni, le frontiere e l’accoglienza. Nel 2015, infatti, si registra il record di notizie sui fenomeni migratori nei telegiornali e nella carta stampata. L’intensificarsi dei flussi migratori, unito alla minaccia del terrorismo di matrice jihadista, hanno suscitato e amplificato timori e paure diffusi tra la popolazione, influenzando fortemente il dibattito politico ma anche il racconto mediatico degli eventi italiani, europei e internazionali, affrontati con toni allarmistici e – in concomitanza delle più

grandi tragedie in mare – con sporadiche e temporanee inversioni di tendenza con toni più drammatici. In generale, la connotazione emergenziale del fenomeno e la tendenza a trattare i fenomeni migratori come un insieme omogeneo producono spesso distorsioni nell’informazione al cittadino, che si manifesta prima di tutto nell’utilizzo di un linguaggio impreciso e spesso giuridicamente inappropriato. Le associazioni di categoria dei giornalisti a livello internazionale e nazionale negli ultimi anni hanno ripetutamente richiamato a una trattazione più attenta, informata e diversificata dei temi dell’immigrazione. Con la presente proposta formativa si intendono fornire ai partecipanti alcuni elementi di base per affrontare le notizie legate ai fenomeni migratori con maggior consapevolezza, promuovendo il Protocollo deontologico Carta di Roma approvato il 24 aprile 2008 dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana.

 

Il corso si propone tre obiettivi:

- fornire informazioni di base sui contesti di provenienza dei migranti, sui conflitti in corso nei Paesi di origine e le loro implicazioni nello scenario internazionale.

- accrescere e aggiornare le conoscenze dei partecipanti su: rotte migratorie, situazione delle frontiere, politiche

dell’immigrazione europee ed extra-europee, il racconto del viaggio dei migranti nei mezzi di comunicazione.

- creare opportunità di riflessione, scambio e crescita nell’utilizzo del linguaggio nei mezzi di informazione sul tema delle migrazioni, a partire dalle linee guida per l’implementazione della Carta di Roma.

Il corso punta a migliorare la qualità del lavoro giornalistico sui temi legati alle migrazioni, fornendo alcuni strumenti per allargare lo sguardo sul tema e per comprenderlo meglio, per un’informazione più etica e attenta alle persone.

 

La formazione sarà gratuita e aperta a tutti i partecipanti del Meeting Antirazzista 2016, favorendo così uno scambio tra realtà dell’associazionismo, istituzioni e giornalisti.

La formazione in aula si struttura in 3 momenti formativi (14, 15 e 16 luglio) di 4 ore ciascuno, per un totale di 12 ore di formazione complessive.

Le tre giornate potranno costituire momenti di formazione a sé stanti o un percorso formativo completo. La metodologia didattica è incentrata soprattutto sullo scambio di esperienze e il racconto di testimonianze, con momenti di formazione frontale e lavori di gruppo. I relatori del corso saranno: Raffaele Crocco, giornalista RAI e ideatore de L’Atlante delle Guerre e dei conflitti, Luciano Scalettari, vicecaporedattore Famiglia Cristiana, Raffaele Masto, giornalista Radio Popolare e autore del blog Buongiorno Africa, Beatrice Taddei Saltini, redattrice dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti e operatrice dell’accoglienza.

 

Pomeriggio

 

H 15:00 – 17:00

Pineta Bar

Laboratori d’arte

“Fumetto Intercultura”

a cura di Takoua Ben Muhammad

Creazione dell'elaborato individuale sulla base di un racconto comune

 

H 15:00 – 18:00

Sala 1

Summer School Antirazzismo

Dopo il successo della prima edizione tenutasi nel 2015, il Meeting Internazionale Antirazzista si appresta a ospitare la seconda edizione della Summer School sull'Antirazzismo promossa da ARCI in collaborazione con UNAR e ANCI.

Quest'anno dedichiamo la nostra riflessione e la nostra ricerca di buone prassi e buoni strumenti da condividere, a un tema delicato e al contempo sottovalutato: l'impatto dei progetti di accoglienza nelle comunità locali.

Un impatto che spesso trasforma intere comunità in teatri di conflitto e di paure – quando non di vera e propria guerriglia mediatica e sociale – e che sempre più spesso diviene una “clava” agitata da una certa politica per propria convenienza elettorale.

Un impatto riducibile affrontando la questione accoglienza in maniera strutturale, e non più emergenziale, mettendo in campo tutti gli strumenti utili per arginare la complessiva fragilità dell'interno sistema, e ridurre così la capacità penetrazione nell'opinione pubblica dei cosiddetti “luoghi comuni”.

 

Data l’importanza del tema, è necessario che sulle azioni da intraprendere e sugli strumenti di contrasto al razzismo si confrontino gli Enti Locali e il Terzo Settore, provando a rafforzarne la sinergia e a far emergere quelle buone pratiche che spesso non trovano agibilità sul piano comunicativo.

Ad oggi, l'Arci gestisce – tra prima e seconda accoglienza – quasi 5000 posti sull’intero territorio nazionale su un totale di circa 100.000.

Questo impegno comporta una sempre maggiore responsabilità di tutti i livelli dell'associazione e più in generale delle organizzazioni di Terzo Settore, e un’attenzione costante al modo di essere e di fare.

In coerenza dunque con la riflessione avviata dalla Presidenza Nazionale sull’impegno dell’Arci nel campo dell’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati, con questa seconda edizione della Summer School intendiamo ribadire che la promozione di un’accoglienza di qualità e rispettosa della dignità e dei diritti delle persone è il primo passo di ciò che definiamo integrazione e questa non può essere vissuta come “estemporaneità” rispetto al lavoro politico, culturale e di promozione sociale che da decenni l'Arci porta avanti.

 

APERTURA E INTRODUZIONE AI LAVORI

Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci

Walter Massa, Commissione di Lavoro nazionale Arci Diritti migranti e richiedenti asilo, politiche antirazziste

Sono stati invitati: Francesco Spano, direttore generale UNAR e Luca Pacini, ANCI Nazionale

 

PRIMA SESSIONE – Analisi del contesto

Mappatura della rete di accoglienza nazionale

A cura di Cittalia

Stereopitipi, luoghi comuni e razzismo nei luoghi dell'accoglienza. Strategie d'uscita.

A cura di UNAR

 

 

H 16:30 – 18:00

Pinetina

Io sono, tu sei - Libri, parole e immagini per oltrepassare i confini

Atelier creativi tematici per bambini dai 6 agli 11 anni

a cura di Libreria La Casa sull'Albero, Chiù e Arci Arezzo

LE CASE DEGLI ALTRI BAMBINI: un atelier creativo per stimolare i bambini a una riflessione sull’idea di casa e identità, a partire dalla lettura dell’albo di Luca Tortolini, illustrato da Claudia Palmarucci (Orecchio Acerbo, 2015).

 

H 15:30 – 18:00

Sala 3

Antirazzismo e solidarietà attiva: le sfide della società civile

Esperienze di quanti, oggi in Europa e nel Mediterraneo, si occupano di accoglienza e inclusione dal basso.

Intervengono: Farah Salka (Rete antirazzista Libano), Linda M. Al-Kalash (Tamkeen Giordania/Rete araba contro il razzismo), LJiljiana Ostojic e Drazen Zacero (rete società civile serba), Abdulkareem Fakhradin e Hana Kamal Ibrahim (società civile irachena), Aliki Karadimitriou (EEDDA Comitato Greco di Solidarietà Internazionale), Ahmed Andoura (Consulente Nazioni Unite, National Agenda for the Future of Syria), Alphan Tuncer (Esperto accademico su Medio Oriente-Turchia), Davide Arca (Diaconia Valdese), Mamady Kaba (PLIC)

Saluti iniziali: Marco Solimano (Presidente Arci Livorno)

Introduce: Filippo Miraglia (Vice Presidente Nazionale Arci)

Coordina: Elisa Viti (Presidente Arci Arezzo)

 

H 18.00 -20.00

Sala 3

Governare l’accoglienza

Oltre la retorica dell’emergenza per un’accoglienza che coniughi diritti, territorio, qualità

Saluti iniziali: Samuele Lippi, Sindaco di Cecina

Partecipano: Enrico Rossi (Presidente Regione Toscana), Francesca Chiavacci (Presidente Nazionale Arci)

Coordina: Raffaele Palumbo (Controradio)

 

Sera

 

ore 21:00

Caporalato: dal contrasto all'illegalità alle buone pratiche sociali

Presso la Tenda Rossa della Flai CGIL

Partecipano: Damiano Marrano (Segretario Generale Flai-Cgil Toscana), Corpo Forestale dello Stato Toscana, Massimo Carlotti (Vice Presidente Lega coop Agroalimentare Nazionale e Presidente Coop Terre dell'Etruria), Cinzia Pagni (Vice Presidente Cia Nazionale), Calogero Parisi (Presidente cooperativa “Lavoro e non solo”), Regione Toscana

Introduce: Serenella Pallecchi (responsabile antimafia e legalità democratica Arci Toscana)

Coordina: Michele Rossi (Segretario Flai CGIL Livorno)

 

H 22:00

Spartiti (Max Collini e Jucca Reverberi)

 

 

Venerdì 15 luglio

 

Mattina

 

H 09:00 – 13:00

Sala 1

Summer School Antirazzismo

SECONDA SESSIONE – L'impatto sociale nelle comunità

I progetti di accoglienza e l'impatto socio economico sui territori.

Prof.ssa Cosentino, Università La Sapienza, Roma

 

I conflitti e l'impatto con le comunità locali strumenti di mediazione sociale.

Cristiana Russo, esperta Contact Center Unar

 

Titolari e protagonisti? Il ruolo degli Enti Locali nell'accoglienza.

Corrado Guidi, Presidente Unione Comuni Valdera

 

H 10:00 – 13:00

Sala 2

Laboratorio su giornalismo e migrazioni

a cura di Atlante delle Guerre e dei Conflitti

Il percorso migratorio e le politiche di accoglienza in Italia

LE ROTTE DELLE NOSTRE MIGRAZIONI con la partecipazione degli ospiti del progetto di accoglienza straordinaria gestito da Arcisolidarietà Cecina

 

Pomeriggio

 

H 14.30 -17.00

Sala 1

Summer School Antirazzismo

Potenzialità e criticità a confronto nella gestione dei progetti di accoglienza.

I casi: i progetti di accoglienza dell'Arci a Caserta e il lavoro del Comune di Genova a confronto

con Biagio Napolano, presidente Arci Caserta e Danilo Parodi, Comune di Genova

modera Simone Ferretti, responsabile immigrazione Arci Toscana.

Discussione.

 

H 15:00 – 17:00

Sala 2

Laboratori d’arte

“Fumetto Intercultura”

a cura di Takoua Ben Muhammad

I ragazzi esporranno e racconteranno i propri elaborati

 

H 16.30 -18.00

Pinetina

Io sono, tu sei - Libri, parole e immagini per oltrepassare i confini

Atelier creativi tematici per bambini dai 6 agli 11 anni

a cura di Libreria La Casa sull'Albero, Chiù e Arci Arezzo

IL SIGNOR ORIZZONTALE E LA SIGNORA VERTICALE: un atelier creativo per stimolare i bambini alla valorizzazione della differenza, partendo dalla lettura dell’albo di Noémie Révah, illustrato da Olimpia Zagnoli (Terre di Mezzo, 2014).

 

H 16:30 – 19:00

Sala 3

Per una politica dell’accoglienza: tra aspirazioni e realtà, un’analisi dell’accoglienza in Italia e in Europa.

Partecipano: Federico Gelli (Presidente della Commissione Parlamentare di Inchiesta sul sistema di accoglienza, di identificazione ed espulsione, nonché sulle condizioni di trattenimento dei migranti sulle risorse pubbliche impegnate), Paolo Beni (Deputato PD), Annalisa Pannarale (Deputata SI), Gregorio Fontana (Deputato Forza Italia – da confermare), Vittorio Bugli (Assessore Regione Toscana), Tommaso Fattori (Consigliere Regione Toscana Si Toscana a sinistra), Sara Funaro (Responsabile immigrazione Anci Toscana), Simone Faggi (Vice Sindaco Comune di Prato), Emidio Diodato (Università per stranieri di Perugia), Stefano Bleggi (Melting Pot Europa), Lorenzo Zamponi (Scuola Normale Superiore di Pisa – Istituto di Scienze Umane e Sociali di Firenze), Sara Prestianni (ARCI)

Introduce e coordina: Gianluca Mengozzi (Presidente Arci Toscana)

 

Sera

 

H 22:00

GIORGIO CANALI e Rossofuoco

 

 

Sabato 16 luglio

 

Mattina

 

H 10:00 – 13:00

Sala da definire

Laboratorio di formazione sull'insegnamento dell'italiano L2/LS a migranti analfabeti in lingua madre

Docente: Daniela Dugini CPIA Centro provinciale istruzione adulti Prato

Il laboratorio è suddiviso in due parti. Nella prima parte si intende fornire gli strumenti di base dell’insegnamento dell’italiano come L2/LS, concentrandosi principalmente sui seguenti temi: come si apprende una L2, differenze tra L2/LS, importanza e mantenimento della lingua madre, l’interlingua. Nella seconda parte verrà presentata una riflessione di metodo più specifica su gli analfabetismi con lo scopo di esplorare e approfondire i seguenti temi: chi sono gli analfabeti: profili e descrittori; il QCER; strumenti sull’insegnamento dell’italiano L2 a migranti adulti analfabeti.

Per valorizzare la qualità del laboratorio si richiede iscrizione. Laboratorio a cura di ARCI Firenze

 

H 10:00 – 13:00

Sala 2

Laboratorio su giornalismo e migrazioni

a cura di Atlante delle Guerre e dei Conflitti

Il linguaggio giornalistico e l’informazione sui fenomeni migratori

 

H 10:00 – 13:00

Sala 1

Summer School Antirazzismo

TERZA SESSIONE – Il lavoro dell'Arci, le Linee Guida Nazionali sull'Accoglienza e la necessità di una governance sempre strutturata

 

La Mappatura del Sistema di Accoglienza Arci: dove, come quando e sviluppi

Valentina Itri, ufficio immigrazione ARCI nazionale

 

Fare accoglienza e fare promozione sociale. Un terreno di azione per tutta l'Arci

Filippo Miraglia, Vice Presidente nazionale Arci

 

 

L'accoglienza nei territori e il coinvolgimento dei circoli. Il caso Bari

Luca Basso, presidente Arci Bari

 

 

H 10:00 – 13:00

Sala 3

Il coinvolgimento dei migranti nelle iniziative di cooperazione internazionale

Un incontro in cui, partendo dalle opportunità offerte dalla nuova legge per la cooperazione, attraverso un'elaborazione partecipata, si tracceranno nuovi percorsi di formazione e inclusione che partano dal sistema toscano.

Iniziativa a cura del Forum delle Attività Internazionali della Toscana in collaborazione con il progetto “Senza Frontiere” della Regione Toscana.

Partecipano: le associazioni e le comunità degli stranieri della Toscana, Alfiero Ciampolini (Portavoce FAIT), Adrien Cleophas Dioma (coordinatore del gruppo "Migrazioni e sviluppo" del Consiglio Nazionale per la cooperazione), Gabriele Tomei (Università di Pisa), Regione Toscana.

 

Pomeriggio

 

H 15.00 -17.00

Sala 1

Summer School Antirazzismo

Tavola Rotonda Finale

Presentazione della prima bozza delle Linee Guida Nazionali sull'Accoglienza.

Discussione e confronto aperto.

Sono invitati i dirigenti dei comitati impegnati nell'accoglienza, i coordinatori dei progetti e gli operatori. Sono stati invitati la Caritas Italiana e l'Alleanza delle Cooperative.

Introduce e coordina: Walter Massa (Commissione di Lavoro nazionale Arci Diritti migranti e richiedenti asilo, politiche antirazziste)

 

H 15:00 – 18:00

Sala da definire

Laboratorio di formazione sull'insegnamento dell'italiano L2/LS a migranti analfabeti in lingua madre

Docente: Daniela Dugini CPIA Centro provinciale istruzione adulti Prato

Il laboratorio è suddiviso in due parti. Nella prima parte si intende fornire gli strumenti di base dell’insegnamento dell’italiano come L2/LS, concentrandosi principalmente sui seguenti temi: come si apprende una L2, differenze tra L2/LS, importanza e mantenimento della lingua madre, l’interlingua. Nella seconda parte verrà presentata una riflessione di metodo più specifica su gli analfabetismi con lo scopo di esplorare e approfondire i seguenti temi: chi sono gli analfabeti: profili e descrittori; il QCER; strumenti sull’insegnamento dell’italiano L2 a migranti adulti analfabeti.

Per valorizzare la qualità del laboratorio si richiede iscrizione. Laboratorio a cura di ARCI Firenze Per valorizzare la qualità del laboratorio si richiede iscrizione. Laboratorio a cura di ARCI Firenze.

 

 

H 16.30 -18.00

Pinetina

Io sono, tu sei - Libri, parole e immagini per oltrepassare i confini

Atelier creativi tematici per bambini dai 6 agli 11 anni

a cura di Libreria La Casa sull'Albero, Chiù e Arci Arezzo

BAMBINI DI-VERSI: un atelier di poesia illustrata, un viaggio sentimentale per esplorare se stessi e le relazioni con gli altri.

 

H 16:30 – 18:00

Sala 3

Le Nuove Guerre

Come si modificano e come si strutturano.

In collaborazione con l’Atlante delle Guerre e dei Conflitti

Partecipano: Ahmed Andoura (National Agenda for the Future of Syria - Consulente Nazioni Unite), Alphan Tuncer (Turchia), Maurizio Simoncelli (Vicepresidente Archivio Disarmo), Sergio Bassoli (Rete per la Pace), Raffaele Crocco (giornalista RAI, Atlante delle guerre e dei conflitti), Roberto Savio (Economista e Giornalista), Giulio Marcon (Deputato SI), Fausto Ferruzza (Presidente Legambiente Toscana)

Saluti Iniziali: Giovanni Salvini (Assessore Comune di Cecina)

Introduce: Franco Uda (Commissione di Lavoro Nazionale Arci Pace, solidarietà e cooperazione internazionale)

Coordina: Chiara Salvadori (Presidente Arci Empolese Valdelsa)

 

Sera

 

H 22:00

80’s vs 90’s Il rock anni 80 sfida le boy band anni 90

A seguire: Festa a cura di Arcigay Livorno

 

 

Domenica 17 luglio

 

Mattina

 

H 10.30-12.30

Sala 2

La piena cittadinanza dentro i circoli Arci.

Un percorso e un sistema da costruire partendo dai servizi e dalle occasioni di socialità.

Coordinano Arci Nazionale e Arci Toscana

 

H 10.00-13.00

Sala 3

Carta di San Gimignano

Un percorso di riflessione sulla condizione dei minori profughi in Italia e nel mondo e sulle rotte delle migrazioni minorili, iniziato all’interno dell’esperienza di “Circomondo”, che prosegue con il supporto del comune di San Gimignano.

Intervengono: Giacomo Bassi (Sindaco di San Gimignano), Alessandro Sansoni (Chiesa Valdese Fiorentina), Chiara Sambuchi (regista, esperta di settore), Pietro Venè (responsabile Area Minori della Diaconia Valdese Fiorentina), Tiziana Bianchini (CNCA), Vincenzo Castelli (Consorzio Nazionale Nova)

Introduce: Adriano Scarpelli (presidente Carrettera Central)

Coordina: Tiziana Barillà (giornalista di Left)

 

 

H 11.00-13.00

Laboratorio Corpi in Giochi

A partire da semplici giochi corporei, i partecipanti svilupperanno – su questioni di interesse del gruppo – immagini costruite con i loro corpi, creando canali di comunicazione non ordinari e che vadano oltre le parole. A cura di Claudia Melli.

 

 

Pomeriggio

 

H14.30—18.00

Laboratorio Corpi in Giochi

A partire da semplici giochi corporei, i partecipanti svilupperanno – su questioni di interesse del gruppo – immagini costruite con i loro corpi, creando canali di comunicazione non ordinari e che vadano oltre le parole. A cura di Claudia Melli.

 

H 16:00 – 18:00

Sala 3

Il TTIP e le sfide per il futuro

Partecipano: Jeff Hoffman (Comitato Stop TTIP Cecina) Patrizia Villa (CGIL Livorno), Tiziana Beghin (Europarlamentare Movimento Cinque Stelle), Matteo Bortolon (Stop TTIP), Giulio Marcon (Deputato SI), Claudio Martini (Senatore PD).

Coordina: Gabriele Moroni (ARCI Nazionale)

 

H 18:00 – 19:30

Sala 2

Presentazione libro: L’Italia siamo noi di Jacopo Storni

Partecipano: l’autore Jacopo Storni (giornalista), Francesco Gazzetti (consigliere Regione Toscana PD)

Coordina: Jacopo Forconi (Presidente Arci Firenze)

 

Sera

 

H 19.00

Fanfara Station + Dj Set Ghiaccioli e Branzini

 

H 22.00

Amanda e gli uomini elettrici

 

H 22.50

Giorgieness

CONTATTI E RIFERIMENTI

 

tel 055 26 297210 (Arci Toscana)

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.meeting.arcitoscana.it

www.arcitoscana.it

www.facebook.com/MIA.arci

twitter@mia_arci

Main Menu

Login Form