Site Search powered by Ajax

Meeting Internazionale Antirazzista, la terza giornata

Le ragioni per cui occorre che un’Associazione culturale raduni attorno ai temi dell’antirazzismo tante realtà internazionali della società civile, esperti, enti locali e istituzioni, sono tante e sempre – purtroppo – attuali. E proprio questa natura eterogenea dei nostri appuntamenti e dei nostri ospiti è la forza di questa cinque giorni”.

Così Francesca Chiavacci, presidente nazionale di Arci nazionale, che ha aperto, giovedì 14 luglio, la seconda edizione della Summer School sull’Antirazzismo, appuntamento con cui ARCI, Unar e Anci mirano, continua la presidente, a “smascherare le bugie che descrivono il sistema dell’accoglienza, ovvero una parte estremamente rilevante del nostro sistema di welfare, come una ruberia inutile e dannosa.

 

In questa seconda edizione della Summer School racconteremo, invece, le buone pratiche dell’accoglienza e il grande lavoro che la nostra Associazione fa su questo tema, perché la gestione dei progetti di accoglienza si intreccia con il nostro sviluppo associativo: l’Arci delle Case del Popolo è la stessa cosa rispetto all’Arci che gestisce i sistemi di accoglienza perché l’integrazione così come la crescita dei nostri territori nasce da progetti comuni e capacità di coinvolgere le persone”.

E sull’importanza di un’informazione corretta e di qualità si è aperto il Laboratorio su giornalismo e migrazioni, che ogni mattina aprirà i lavori. Un momento di approfondimento necessario, come ha ricordato Raffaele Crocco, giornalista Rai e ideatore dell’Atlante delle Guerre e dei conflitti: “L’informazione è patrimonio individuale, patrimonio di democrazia e di cittadinanza: tutti dobbiamo farla e dobbiamo controllare che sia di qualità. Perché solo un’informazione di grande qualità ci garantisce una grande democrazia”.

Il Meeting continua con incontri, laboratori e musica:

La mattina, secondo appuntamento con la Summer School sull’Antirazzismo e il Laboratorio su giornalismo e migrazioni in cui si parlerà di politiche di accoglienza in Italia con gli ospiti del progetto di accoglienza straordinaria gestito da Arcisolidarietà Cecina.

Alle 15, ultimo incontro con il laboratorio di fumetto di Takoua Ben Muhammad e alle 16.30 l’atelier creativo per bambini a cura di Libreria La Casa sull’Albero, Chiù e Arci Arezzo.

Sempre alle 16.30 l’incontro “Per una politica dell’accoglienza: tra aspirazioni e realtà, un’analisi dell’accoglienza in Italia e in Europa”, coordinato dal presidente ARCI Toscana Gianluca Mengozzi, a cui interverranno tanti ospiti, tra cui l’On. Federico Gelli (presidente della Commissione Parlamentare di Inchiesta sul sistema di accoglienza); l’assessore alla presidenza e all'immigrazione della Regione Toscana Vittorio Bugli; Sara Funaro, assessore ad accoglienza e integrazione del Comune di Firenze e responsabile immigrazione Anci Toscana; il consigliere regionale di ‘Si Toscana a sinistra’ Tommaso Fattori, e il filosofo Emidio Diodato, Università per stranieri di Perugia.

Infine, alla sera (ore 21) “Tutta un’altra storia” di e con Fiamma Negri e Giusi Salis, spettacolo teatrale che ha visto la propria origine proprio al Meeting del 2015. A seguire, un monumento del rock italiano: insieme alla sua band “Rossofuoco”, sul palco del Meeting alle 22 salirà Giorgio Canali, ex CCCP e fondatore dei CSI.

Main Menu

Login Form