Site Search powered by Ajax

MIA 2016, il cordoglio del presidente Arci Toscana dopo la strage di Nizza e il programma per sabato 16 luglio

La terza giornata del Meeting Internazionale Antirazzista si è incentrata sulla riflessione sulle strade che la politica europea deve intraprendere per favorire l’integrazione e, al contempo, eliminare le condizioni che favoriscono il diffondersi e il radicalizzarsi del fondamentalismo.

 

Queste le parole di cordoglio del presidente di Arci Toscana Gianluca Mengozzi, per la strage di Nizza: “Nel giorno della festa della Repubblica francese, la Francia e l'Europa devono piangere ancora vittime, ancora il dolore fa calare un velo su un momento di festa e gioia. Un atto che colpisce ancora una volta i cittadini nella vita quotidiana. Ora è il momento del dolore e della rabbia, ma la risposta a questo orrore non potrà essere quella di chiudere le nostre porte e trincerarsi nell’ossessione della sicurezza, quanto di dare finalmente un seguito reale alle tante parole spese ogni volta sulla necessità di ricreare una nuova coesione sociale e le condizioni di uguaglianza dei diritti nei nostri Paesi, eliminando le ragioni reali – tutte economiche e politiche – per cui dei giovani possano essere convinti che la risposta al loro disagio sia quella del fondamentalismo violento”.

La riflessione su cooperazione, integrazione e antirazzismo continua anche sabato 16 luglio, a Cecina, con un programma che la mattina inizia alle 10 con “A-B-C Nuovi Perimetri per l’inte(g)razione”, un laboratorio di formazione sull’insegnamento dell’italiano L2/LS a migranti analfabeti in lingua madre a cura di ARCI Firenze che si chiuderà alle 18. Continua anche il Laboratorio su giornalismo e migrazioni a cura dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti (alle 10) e si concluderà la Summer School Antirazzismo che aprirà la giornata alle 10 e si concluderà alle 18, con gli interventi, tra gli altri, di Filippo Miraglia, vice presidente ARCI nazionale e Walter Massa, Commissione di Lavoro ARCI nazionale su Diritti migranti e richiedenti asilo, politiche antirazziste.

Sempre in mattinata, alle 10, il Forum delle Attività Internazionali della Toscana in collaborazione con il progetto “Senza Frontiere” della Regione Toscana ha organizzato l’iniziativa “Il coinvolgimento dei migranti nelle iniziative di cooperazione internazionale” a cui partecipano le associazioni e le comunità degli stranieri della Toscana, coordinate da Walter Massa, Commissione di Lavoro ARCI nazionale “Diritti migranti e richiedenti asilo, politiche antirazziste”.

Alle 16.30 gli atelier creativi per bambini a cura di Libreria La Casa sull’Albero, Chiù e Arci Arezzo.

Nella sala 3, sempre alle 16.30, Le Nuove Guerre: come si modificano e come si strutturano, iniziativa organizzata dall’Atlante delle Guerre e dei Conflitti, con ospiti internazionali come Ahmed Andoura (National Agenda for the Future of Syria – Consulente Nazioni Unite), Maurizio Simoncelli, vicepresidente dell’Archivio Disarmo, Raffaele Crocco, giornalista RAI, Atlante delle guerre e dei conflitti, Roberto Savio, economista e giornalista, l’On. Giulio Marcon (SI) e Fausto Ferruzza, presidente Legambiente Toscana, con l’asssessore del Comune di Cecina Giovanni Salvini e Franco Uda, Commissione di Lavoro Nazionale ARCI Pace, solidarietà e cooperazione internazionale, coordinati da Chiara Salvadori, presidente ARCI Empolese Valdelsa.

La sera, dopo una maratona musicale tra rock anni ’80 e anni ’90, il meeting ospiterà la festa di Arcigay Livorno.

Main Menu

Login Form