Site Search powered by Ajax

A Firenze le vittime della violenza golpista venezuelana

Martedì 13 ottobre presso la sede Arci di piazza dei Ciompi a Firenze, un incontro pubblico per conoscere e condannare le violenze in Venezuela.

 

 

Martedì 13 ottobre alle 17,30 presso la sede Arci di Piazza dei Ciompi si terrà un incontro pubblico con una delegazione venezuelana del “Comitato Vittime delle Guarimbas e del Golpe Continuado”, incontro introdotto dalla responsabile del settore Solidarietà e Cooperazione Internazionale di Arci Toscana, Carla Cocilova.

Il Comitato venezuelano è nato il 10 novembre 2014 su iniziativa di un gruppo di familiari delle vittime delle guarimbas, violente manifestazioni di piazza organizzate dalla destra golpista tra il febbraio e il giugno 2014 contro il legittimo governo del presidente Nicolás Maduro.

Il bilancio di quelle drammatiche giornate, tra cruenti blocchi stradali e aggressioni è stato di 43 morti, 878 feriti e numerosi danni a proprietà pubbliche e private.

Alcuni dei responsabili vennero individuati e sono tuttora detenuti per i crimini commessi, ma di loro si parla spesso come di “prigionieri politici”, nel tentativo di mistificare la reale portata dei fatti.

Alle guarimbas seguì il fallito golpe dello scorso febbraio, quando Caracas avrebbe dovuto essere bombardata e il legittimo presidente assassinato.

Per non dimenticare, anzi, per far conoscere la violenza di quei fatti che nel corso di tutto lo scorso anno hanno sconvolto il Venezuela, è nato il “Comitato Vittime delle Guarimbas e del Golpe Continuado”, che chiede la condanna dei mandanti e dei responsabili dei fatti.

La delegazione, che è stata recentemente ricevuta dal Parlamento Europeo, sarà a Firenze nell’ambito di un viaggio in Italia che prevede l'incontro con organizzazioni, istituzioni e associazioni di diverse città.

L'appuntamento fiorentino è organizzato in collaborazione con l'Ambasciata del Venezuela ed è aperto a tutta la popolazione.

Main Menu

Login Form